Cantine Olivastri - Cantina
Placeholder image

‘Il vino buono si fa in campagna’


Fin dalla prima vendemmia, abbiamo fermamente creduto che per avere un buon vino in cantina servono, innanzitutto, buone uve. Le scelte fatte in vigna sono per noi fondamentali e notevole è il lavoro ad esse dedicato. La potatura rappresenta un momento nodale: Tommaso se ne è sempre occupato in prima persona, sembra quasi ‘parlare’ con le viti trovando sempre il giusto compromesso nel sacrificare le rese quantitative per una qualità superiore delle uve. Abbiamo sempre impiegato tecniche tradizionali e rispettose della natura, nei metodi e nei tempi: la lavorazione del terreno è meccanica, senza mai ricorrere a diserbanti chimici; il lavoro nei vigneti, tutti ad impianto tendone, è esclusivamente manuale; nella protezione del vigneto, microclimi favorevoli (ottima esposizione solare, buona ventilazione, escursione termica notturna) ci consentono di contenere notevolmente l’impiego di prodotti fitosanitari.

Placeholder image

In cantina, custodi del nostro terroir


La nostra missione in cantina è quella di preservare e valorizzare, nei vini ottenuti, la peculiare qualità delle nostre uve e del nostro terroir. Vinifichiamo soltanto uve perfettamente sane, raccolte selezionando manualmente i grappoli quando hanno raggiunto una ottimale maturazione; tali scelte ci consentono di evitare interventi correttivi in cantina. I protocolli di vinificazione tengono conto di una profonda conoscenza dei nostri vitigni ed escludono lavorazioni che possano stravolgerne il profilo caratteristico; nei nostri vini vogliamo custodire fedelmente le singole identità varietali.

Placeholder image

Montepulciano d'Abruzzo


Il Montepulciano d’Abruzzo rappresenta il vitigno principe della nostra identità vinicola abruzzese. Attraverso attenti protocolli produttivi, cerchiamo ogni anno di rendere nel vino ottenuto l’essenza autentica dell’espressione di questo vitigno nelle nostre terre di mare. In virtù della sua promettente longevità e poiché riteniamo che soltanto nel tempo riesca ad esprimere pienamente il suo potenziale, la nostra migliore selezione di Montepulciano d’Abruzzo va incontro ad anni di affinamento in acciaio e mesi in bottiglia prima di essere commercializzata. Successivamente alla sosta in acciaio, e soltanto nelle annate più promettenti, una aliquota viene ulteriormente invecchiata in barriques ponderando l’impronta del legno affinché non prevalga mai sui tratti identitari del vitigno.

Placeholder image

I vini bianchi


Seguendo le orme della nostra tradizione vinicola regionale, i vitigni bianchi che coltiviamo, vinifichiamo ed imbottigliamo sono gli antichi autoctoni d’Abruzzo: Trebbiano, Pecorino, Passerina e Cococciola. Nella Cococciola, raro vitigno esclusivo della nostra provincia di Chieti, Tommaso ha fortemente creduto con risultati decisamente interessanti. Nella vinificazione delle uve bianche lavoriamo a temperature rigorosamente controllate, portando in fermentazione soltanto la frazione limpida dei mosti: questi accorgimenti sono determinanti per ottenere vini che conservano la ricchezza aromatica ed il profilo varietale delle uve. Le fermentazioni avvengono in acciaio, gli affinamenti in acciaio e bottiglia.

Placeholder image

Cerasuolo d'Abruzzo


Nella nostra cantina, un’alternativa alla vinificazione classica delle uve di Montepulciano d’Abruzzo è rappresentata dalla loro vinificazione ‘in bianco’. Ne otteniamo il Cerasuolo d’Abruzzo, vino della tradizione contadina abruzzese, che rinunciando al contatto con le bucce risulta fresco ed equilibrato, da apprezzare e bere giovane.

Newsletter

©2018 Az. Agricola Olivastri Tommaso | P.Iva 01975230697 | Privacy e Cookie Policy | Design by Yuma Comunicazione